Le 10 regole d'oro dell'imprenditore - Tiller Systems
Consigli

Le 10 regole d’oro dell’imprenditore

By Novembre 26, 2019 No Comments

Articolo scritto in collaborazione con Unilever Food Solutions, aiuto indispensabile per gli chef di tutto il mondo.

Programmi televisivi come Top Chef o Masterchef hanno rivoluzionato il panorama gastronomico italiano e mondiale. Una delle importanti novità introdotte da questi programmi televisivi è una nuova concezione dello “chef”: non più una semplice persona nella cucina di un ristorante, ma un vero e proprio imprenditore.

Prima di aprire un ristorante, ecco alcune cose da tenere a mente per un’esperienza di successo… e soprattutto per evitare di essere i prossimi protagonisti di Cucine da incubo!

1.  Fatti le domande giuste 

E’ una dura realtà quella della ristorazione oggi: un’attività su due chiude i battenti entro tre anni dall’apertura. Per prima cosa quindi, prenditi il tempo necessario per farti le giuste domande sulla strada che stai per intraprendere; cerca di capire le tue motivazioni e le competenze che hai o che potrebbero servirti. 

Rifletti, in particolare, sui seguenti punti:

  • Sono in possesso delle competenze per gestire questo tipo di attività?
  • I miei obiettivi personali sono in linea con quelli professionali? 
  • Sono pronto a buttarmi al 100% in questo progetto?

Se la risposta a queste domande è “si”, ottimo – possiamo passare allo sviluppo del tuo concept. 

2.  Trova il tuo concept 

Ora che sei sicuro e sai perché vuoi lanciarti nel mondo della ristorazione, puoi iniziare a pensare al concept della tua attività. In altre parole, devi cercare ora di capire che idea vuoi trasmettere con il tuo locale, quale sarà la tua identità, cosa vuoi che le persone si ricordino del tuo locale, che emozioni vuoi trasmettere.

Trovare il concept non è una cosa semplice, ma è importante per definire (e in futuro anche misurare) il successo della tua attività. Che si tratti di un tema particolare, dei colori, della musica o della cucina stessa, pensa a ciò che guiderà te, il tuo staff e i tuoi clienti. Qualunque concept scegliate, assicuratevi che sia in linea con i vostri valori. Se tu per primo credi nel concept del tuo ristorante, riuscirai a convincere anche i tuoi clienti.

3.  Realizza una valutazione di mercato

Ora che hai un concept in mente, la valutazione di mercato è indispensabile eseguire un vero e proprio studio di fattibilità. Oltre a sapere se esiste un mercato per il tuo progetto, questa ricerca ti consentirà di determinare la concorrenza diretta e indiretta. Potrai inoltre riflettere sulla clientela a cui ti vorresti rivolgere e identificare quindi la gamma di prezzo da applicare per il tuo menù. Ultimo ma non meno importante, questo passaggio è assolutamente necessario per la realizzazione di un piano aziendale coerente e realistico!

4.  Scegli dove aprire la tua attività 

Tra le altre cose, la valutazione di mercato ti permette anche di determinare l’area geografica più adatta per lanciare la tua attività. La posizione è probabilmente ciò che farà la differenza, l’elemento che incoraggerà i tuoi clienti a venirti a trovare!

Scegli un luogo facile da raggiungere o vicino ai maggiori punti di aggregazione; puoi anche valutare di investire nell’apertura in un’area in fase di riqualificazione o che sta conoscendo un boom edilizio. Tutto questo aumenterà matematicamente la probabilità di un tasso di riempimento sempre in crescita.

imprenditore ristorante

5.  Definisci il tuo status giuridico

La scelta dello stato giuridico è il passo che darà ufficialmente concretezza al tuo business e ti permetterà di aprire il tuo ristorante. Ognuna delle varie possibilità ha le sue particolarità e le sue implicazioni finanziarie e amministrative. Puoi scegliere una Srl, una Snc o ancora un’attività individuale. 

6.  Sviluppa un business plan

Ora che hai analizzato il mercato e hai raccolto le informazioni necessarie, puoi iniziare ad impostare il tuo business plan. Se il primo obiettivo di questo passaggio è impostare una roadmap per il successo del tuo progetto, non è di certo l’unico. Questo documento sarà utilizzato anche come prova di fattibilità per il tuo ristorante con un investitore e soprattutto la banca a cui invierai una richiesta di finanziamento. Se non disponi di un solido piano aziendale, sarà più difficile trovare un supporto finanziario che ti dia credito senza alcuna garanzia di affidabilità. 

7.  Trova un nome per il tuo locale

Ed eccoci alla parte che più aspettavi, ma non pensare che sia una cosa facile. Il nome giusto è essenziale per catturare i tuoi primi clienti. Tieni presente che il nome del tuo ristorante avrà anche un impatto psicologico sui tuoi clienti perché vi assoceranno direttamente un’immagine o una sensazione. Concediti il tempo necessario per trovare un nome accattivante e che soddisfi tutti i criteri!

8.  Fai attenzione al menù

Il tuo menu conterà molto nell’immagine che i clienti si faranno del tuo ristorante e li influenzerà anche nei primi minuti dopo il loro arrivo. Un menù originale, ben scritto, strutturato e chiaro metterà sicuramente di buon umore e farà venire appetito. Nulla ti impedisce di rinnovarlo regolarmente in modo da avere sempre qualcosa di nuovo da offrire! 

9.  Offri un servizio di qualità

L’ospitalità e l’accoglienza sono passi importanti nell’esperienza del cliente. Di solito si dice che “non abbiamo mai una seconda possibilità di fare una buona prima impressione”. Tieni a mente questo detto, i tuoi clienti inizieranno a valutare il tuo locale già dal loro arrivo. Dai loro il benvenuto e non dimenticare la comunicazione non verbale: sorrisi, linguaggio del corpo etc! Oltre a soddisfare i tuoi clienti, un servizio di qualità stimolerà anche il tuo team. 

10.  Scommetti sul tuo team! 

Come sai, il tuo locale non sarebbe nulla senza il tuo team – dovrai quindi preoccuparti anche del loro benessere lavorativo. I tuoi ospiti saranno alla ricerca del miglior rapporto qualità-prezzo, ma saranno anche indubbiamente sensibili all’atmosfera di un luogo in cui si sentono compresi e coccolati!