Consegne a domicilio: opportunità o rischi per i ristoranti? - Tiller Systems
Consigli

Consegne a domicilio: opportunità o rischi per i ristoranti?

By Settembre 25, 2019 No Comments

Impossibile negarlo: la realtà delle consegne a domicilio, in particolare nel settore food&grocery, è in piena espansione. Secondo uno studio dell’Osservatorio eCommerce B2c Netcomm del Politecnico di Milano, nel 2019 il food delivery ha visto una crescita del 56% rispetto al 2018; a crescere però non sono solo gli ordini online, ma anche i metodi di consegna innovativi come il click&collect e abbonamenti con kit di ingredienti pronti da cucinare.

Questi numeri rappresentano di fatto non solo la rivoluzione in corso nel settore della ristorazione, ma anche un cambiamento dei consumi degli utenti. Oggi in Italia ci sono moltissime piattaforme di food delivery: JustEat, UberEATS, Deliveroo e GlovoAnche se non avete mai ordinato cibo a domicilio da queste app, ne conoscete sicuramente almeno una! 

Se avete un ristorante, una pasticceria o anche una piadineria sulla spiaggia, i servizi di food delivery possono essere un ottimo strumento per incrementare le vostre vendite! Ma prima di iniziare, meglio fare alcune considerazioni. 

E’ davvero necessario offrire un servizio di consegna a domicilio?

Sulla carta, i servizi di consegna a domicilio danno la possibilità ai ristoratori di far crescere la propria attività e la propria offerta di prodotti, fidelizzare i propri clienti e quindi aumentare il fatturato.

In Tiller stimiamo che circa il 25% dei nostri clienti utilizzi almeno un servizio di food delivery. Tuttavia, la consegna a domicilio non è adatta a tutti i tipi di ristoranti. Per alcune attività, pensiamo ad esempio a chi vende cibi freschi o piatti elaborati, questi servizi non rappresentano davvero un vantaggio. Come ci ha spiegato uno dei nostri clienti in Francia, Alex Miermon, direttore del ristorante Jean-Pince:

“I servizi di consegna a domicilio sono particolarmente adatti a determinati tipi di alimenti, in particolare quelli definiti” fast food”. I prodotti che offriamo noi sono essenzialmente prodotti di mare e ci siamo presto resi conto che il delivery non aveva molto senso; era meglio concentrarsi sul servizio offerto in loco.”

Il rovescio della medaglia dei servizi di delivery

La facilità della richiesta e la flessibilità della consegna a domicilio sono sicuramente due punti di forza. Tuttavia, il food delivery presenta anche una serie di criticità su cui è giusto riflettere. Eccone alcune:

  • Commissioni fino al 30%

Le piattaforme e le app di consegna a domicilio non offrono solo il servizio di delivery, ma anche visibilità sul proprio sito web utilizzato quotidianamente da migliaia di utenti. Anche se sembra una grande opportunità, ricordatevi che tutto ciò ha un costo piuttosto elevato che può arrivare fino al 30% di commissioni per vendita.

  • Difficoltà nella fidelizzazione dei clienti

Quando utilizziamo una delle app di food delivery, per una determinata area di consegna abbiamo una vastissima scelta di ristoranti di ogni tipo. Per il consumatore è ottimo, ma per la vostra attività è un rischio dal momento che potete perdere un potenziale cliente in un click. Inoltre, queste piattaforme offrono (a pagamento) la possibilità di essere “in evidenza”. Ciò significa che alcuni ristoranti hanno più visibilità e, di conseguenza, più vendite di altri.

  • Dipendenza da un tipo di domanda la cui stabilità non è garantita

È difficile per i ristoratori e i loro team prevedere in anticipo la quantità di richieste di consegna a domicilio. La gestione del servizio è spesso una sfida se ci si confronta con la necessità di rispettare le tempistiche di consegna. Alcuni scelgono di assumere personale extra per far fronte alle grandi ondate di ordini… Ma come e quando assumere se l’andamento della domanda non è regolare?

  • Controllo delle scorte

Oltre alle risorse “tecniche”, c’è un altro elemento che può cambiare radicalmente quando si dispone di un servizio a domicilio: il magazzino. Non è possibile anticipare l’inventario dei prodotti se si lavora con una domanda altamente variabile. Ciò è ancora più difficile se si utilizzano materie prime fresche, poiché si corre il rischio di gettare chili e chili di cibo nella spazzatura.

  • Gestione delle piattaforme

Quando si utilizzano più servizi di delivery, è necessario gestire diverse interfacce. Se non hai un sistema che integra tutte queste piattaforme, potresti perderti nel mezzo di tantissimi device diversi!

Quali sono dunque le soluzioni?

Attenzione! Che ci siano rischi è inevitabile per qualsiasi cosa; quanto detto finora quindi non significa che dovreste evitare di dotarvi di servizi a domicilio. Come abbiamo detto, questi possono essere uno strumento molto importante per lo sviluppo della vostra attività!

D’altra parte, è necessario che i ristoratori diversifichino la provenienza delle proprie entrate per avere maggiore controllo della propria crescita e stabilità. Ciò non significa avere centinaia di servizi di delivery diversi, ma sapere come gestire le piattaforme esistenti!

Tiller Delivery

A Tiller crediamo che tutte le attività dovrebbero sfruttare la flessibilità e la facilità di gestione delle consegne a domicilio. Ecco perché abbiamo creato il nostro strumento, Tiller Delivery  integrato nel nostro registratore di cassa e compatibile con tutte le altre soluzioni Tiller.

“Questa nuova integrazione consente ai ristoratori di creare sul proprio sito web una pagina ordini personalizzata per promuovere il proprio menù e ottenere visibilità. Ciò li aiuta a interrompere da una parte la dipendenza dai servizi di consegna a domicilio tradizionali che richiedono più interfacce e dall’altra le commissioni sul prezzo dell’ordine.”

Dimitri Farber, co-fondatore di Tiller