INAIL: Raccomandazioni per ristoranti, bar e stabilimenti balneari
COVID-19

INAIL: Raccomandazioni per ristoranti, bar e stabilimenti balneari

By Maggio 14, 2020 No Comments

In questi giorni sono state pubblicate dall’INAIL, l’Istituto Nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro, due importanti documenti contenenti le raccomandazioni per la ripresa di ristoranti, bar, stabilimenti balneari, parrucchieri e centri estetici.

L’obiettivo dello studio sviluppato insieme all’Istituto Superiore di SanitĂ , come riporta il comunicato dell’INAIL, è quello di “garantire la ripresa delle attivitĂ , successiva alla fase di lockdown, assicurando allo stesso tempo la tutela della salute dei lavoratori e dell’utenza.” Ovviamente, le raccomandazioni non si sostituiscono alle norme legislative emanate nelle scorse settimane, e che saranno emanate nelle prossime; ma si pongono come utile integrazione per capire come organizzarsi per contenere la diffusione del virus e tutelare la salute di lavoratori e consumatori.

In questo articolo vediamo le maggiori raccomandazioni INAIL per ristoranti, bar e stabilimenti balneari!

Leggi qui le raccomandazioni per parrucchieri ed estetisti!

INAIL: Raccomandazioni per ristoranti, bar e stabilimenti balneari

Raccomandazioni per ristoranti e bar

Distanziamento sociale e riorganizzazione dei posti a sedere

Secondo l’INAIL, “il layout dei locali di ristorazione andrĂ  rivisto con una rimodulazione dei tavoli e dei posti a sedere, garantendo il distanziamento fra i tavoli – anche in considerazione dello spazio di movimento del personale – non inferiore a 2 metri.” Inoltre, “le sedute dovranno essere disposte in maniera da garantire un distanziamento fra i clienti adeguato, anche per le motivazioni in precedenza riportate e tenendo presente che non eĚ€ possibile predeterminare l’appartenenza a nuclei in coabitazione.”

“In ogni caso, va definito un limite massimo di capienza predeterminato, prevedendo uno spazio che di norma dovrebbe essere non inferiore a 4 metri quadrati per ciascun cliente, fatto salvo la possibilitaĚ€ di adozioni di misure organizzative come, ad esempio, le barriere divisorie.”

Ricambio d’aria e ventilazione dei locali

In tema di ventilazione e/o ricambio naturale dell’aria, l’INAIL sottolinea la necessitĂ  di prevedere misure adeguate sopratutto per i servizi igienici, che spesso non hanno una possibilitĂ  di areazione naturale. Si raccomanda quindi “in primo luogo e soprattutto in una prima fase, di favorire soprattutto soluzioni che privilegino l’uso di spazi all’aperto rispetto ai locali chiusi.”

Servizi di buffet

I servizi a buffet, secondo l’INAIL, vanno eliminati. Vanno inoltre  introdotte soluzioni innovative per la presentazione del menuĚ€, sostituendo quelli tradizionali con altri “consultabili via app e siti o menuĚ€ del giorno stampati su fogli monouso.”

Come devono comportarsi i clienti

“I clienti dovranno indossare la mascherina in attivitaĚ€ propedeutiche o successive al pasto al tavolo (esempio pagamento cassa, spostamenti, utilizzo servizi igienici).” SarĂ  inoltre “opportuno privilegiare i pagamenti elettronici con contactless e possibilitaĚ€ di barriere separatorie nella zona cassa, ove sia necessaria.”

Per evitare assembramenti, sarĂ  comunque fondamentale procedere per prenotazione prima di ricevere clienti!

Come devono comportarsi i lavoratori

Il documento prevede anche raccomandazioni specifiche per i lavoratori. “Per il personale di cucina, in condivisione di spazi confinati, va indossata la mascherina chirurgica; dovranno essere utilizzati altresiĚ€ guanti in nitrile in tutte le attivitaĚ€ in cui cioĚ€ sia possibile. Per il personale addetto al servizio ai tavoli eĚ€ necessario l’uso della mascherina chirurgica per tutto il turno di lavoro e ove possibile, l’utilizzo dei guanti in nitrile; questi ultimi sono comunque sempre da utilizzare durante le attivitaĚ€ di igienizzazione poste in essere al termine di ogni servizio al tavolo.”

Inoltre “particolare attenzione dovraĚ€ essere posta ai locali spogliatoi ed ai servizi igienici, in particolare prevedendo un’adeguata attivitaĚ€ di pulizia degli stessi.”

Clicca qui per scaricare le raccomandazioni INAIL per ristoranti e bar!

INAIL: Raccomandazioni per stabilimenti balneari

Raccomandazioni per stabilimenti balneari

Riportiamo di seguito le maggiori raccomandazioni per gli stabilimenti balneari e le spiagge attrezzate. Il documento, scaricabile di seguito, contiene anche raccomandazioni per le spiagge libere.

Zona ombreggio e solarium

Secondo l’INAIL, “la zona ombreggio andraĚ€ organizzata garantendo adeguati spazi per la battigia in modo da garantire agevole passaggio e distanziamento fra i bagnanti e i passanti e prevedendo percorsi/corridoi di transito differenziati per direzione e minimizzando gli incontri fra gli utenti.” In particolare, si dovrĂ  tenere conto di alcuni punti tra cui:

  • L’assegnazione degli ombrelloni e dell’attrezzatura a corredo dovrebbe privilegiare l’assegnazione dello stesso ombrellone ai medesimi occupanti che soggiornano per piuĚ€ giorni. In ogni caso eĚ€ necessaria l’igienizzazione delle superfici prima dell’assegnazione della stessa attrezzatura ad un altro utente anche nella stessa giornata.
  • Il personale dovrebbe accompagnare il cliente alla zona ombreggio, informandolo sulle misure da rispettare.
  • Si dovrebbero prevedere misure da seguire in caso di pioggia o cattivo tempo per evitare l’assembramento degli utenti presenti nei locali dello stabilimento.

La distanza minima tra le file degli ombrelloni dovrebbe essere pari a 5 metri, mentre la distanza minima tra gli ombrelloni della stessa fila dovrebbe essere pari a 4,5 metri. Tra le attrezzature di spiaggia (lettini, sdraie, etc.) ove non allocate nel posto ombrellone, dovrà essere garantita la distanza minima di 2 metri l’una dall’altra.

Servizi e spazi complementari

Altre raccomandazioni sono:

  • Per le cabine, va vietato l’uso promiscuo ad eccezione dei membri del medesimo nucleo familiare o per soggetti che condividano la medesima unitaĚ€ abitativa o recettiva, prevedendo un’adeguata igienizzazione fra un utente e il successivo.
  • EĚ€ da vietare la pratica di attivitaĚ€ ludico-sportive che possono dar luogo ad assembramenti e giochi di gruppo (aree giochi, feste/eventi).
  • Per quanto concerne le piscine all’interno dello stabilimento balneare, occorreraĚ€ inibirne l’accesso e l’utilizzo.

Clicca qui per scaricare le raccomandazioni INAIL per spiagge attrezzate e libere!

L’INAIL conclude richiamando la necessitĂ  delle attivitĂ  di una comunicazione chiara e puntuale. Infatti, sarĂ  necessario comunicare “che la fruizione delle spiagge saraĚ€ soggetta a restrizioni rilevanti e risulteraĚ€ notevolmente diversa rispetto agli anni precedenti, in quanto la possibilitaĚ€ di contenere la circolazione del virus eĚ€ fondamentalmente legata ai comportamenti individuali, soprattutto relativamente al distanziamento.

Pertanto, ogni messaggio comunicativo deve focalizzarsi sul senso di responsabilitaĚ€ e sulla consapevolezza del ruolo di ognuno alla conoscenza e al rispetto delle rigorose norme che caratterizzeranno questa stagione balneare, anche rispetto alla vigilanza sui bambini.”