Scontrino elettronico e corrispettivi: cosa sapere per adeguarsi in tempo!
Prodotto

Scontrino elettronico e corrispettivi: cosa sapere per adeguarsi in tempo!

By Novembre 5, 2019 No Comments

Il 2019 è stato un anno di grandi novità per commercianti, aziende e imprenditori: è iniziato con l’introduzione della fatturazione elettronica e finirà con l’addio alle vecchie ricevute per dare il benvenuto a scontrino elettronico e trasmissione telematica dei corrispettivi. 

A questo proposito: niente panico! Se siete ancora confusi e vi state chiedendo cosa effettivamente cambierà e cosa dovete fare, Tiller è qui per voi! Continua la lettura 🤓

tiller-ipad-face

1)  Chi è coinvolto dalla nuova normativa

I soggetti interessati dalla nuova normativa sono tutti quelli che attualmente emettono scontrini e ricevute fiscali: non solo quindi i semplici commercianti, ma anche artigiani, alberghi, ristoranti etc. In generale, tutti coloro che effettuano operazioni di “commercio al minuto e attività assimilate” per i quali non è obbligatoria l’emissione della fattura (se non esplicitamente richiesta dal cliente).

Sono invece esonerate tutte le attività per le quali già in precedenza non era obbligatoria l’emissione di scontrino o ricevuta secondo quanto previsto dall’art. 2 del d.P.R. 696/1996, come ad esempio taxi, rivendite di giornali, carburanti etc. 

2) Cosa accadrà

Dal 1° gennaio 2020, scontrini e ricevute saranno sostituiti dalla trasmissione elettronica dei corrispettivi all’Agenzia delle Entrate. La nuova procedura permetterà non solo di avere maggiore trasparenza in materia fiscale, ma anche di agevolare la gestione quotidiana della propria attività per le categorie citate. In particolare, ecco i vantaggi più importanti:

STOP al registro dei corrispettivi: la digitalizzazione del processo di memorizzazione e trasmissione dei dati giornalieri sostituiscono gli obblighi di registrazione manuale;

STOP alla conservazione delle copie dei documenti commerciali ai clienti: l’Agenzia delle Entrate acquisirà i dati fiscali delle operazioni in modo automatizzato supportando poi operatori IVA o intermediari nella compilazione delle dichiarazioni e nella liquidazione dell’imposta;

STOP alla conservazione del libretto di servizio: per chi si doterà di registratore telematico tutte le informazioni sulla verificazione saranno memorizzate e trasmesse telematicamente all’Agenzia e potranno essere consultate nel portale Fatture e Corrispettivi;

STOP alla verificazione annuale: grazie al passaggio ad una verificazione biennale si ridurranno i costi!

3)  Nella pratica… Cosa bisogna fare?

Per poter memorizzare e trasmettere in modo telematico i corrispettivi all’Agenzia delle Entrate ci si dovrà dotare di un registratore telematico, in altre parole un registratore connesso ad internet. 

Il registratore telematico consentirà al commerciante di memorizzare in modo completamente automatizzato le singole operazioni effettuate nell’arco della giornata e allo stesso tempo emettere un documento commerciale per il consumatore finale (il nuovo “scontrino cliente” che pur non avendo valore fiscale potrà valere come garanzia del bene, per cambio merci etc.).

La connessione ad internet garantirà al momento della chiusura di cassa l’invio automatico di un file all’Agenzia delle Entrate in modo completamente sicuro. ALT! 🤚 E se non avessi connessione al momento della chiusura? Anche qui niente panico. Ci saranno comunque 12 giorni di tempo per trasmettere i corrispettivi riconnettendosi alla rete o manualmente dal portare dell’Agenzia delle Entrate.

4) La soluzione a portata di mano: Tiller

Se fai parte di coloro che stanno ancora aspettando per cambiare il registratore telematico, sappi che il tempo a disposizione è poco! TIME IS NOW ci verrebbe da dire!

E’ vero, non lo nascondiamo, la legge ha previsto una moratoria alle sanzioni che permetterà a chi ancora non si è adeguato di avere tempo fino al 1° luglio 2020. Ma perché aspettare quando puoi godere fin da subito dei benefici dell’ecosistema Tiller? 

Richiedi subito una demo al nostro team per conoscere tutte le potenzialità dell’innovativo registratore in iPad… ovviamente già in linea con la nuova normativa! 😉

Clicca qui