Tiller: da startup a scaleup - Tiller Systems
Attualità

Tiller: da startup a scaleup

By Marzo 4, 2019 Febbraio 21st, 2020 No Comments

Oggi il team è fatto di audacia. Questi non sono valori che sono stati imposti, è solo che le prime 10, 20, 30 persone reclutate erano così. Assumiamo persone senza guardare diplomi e tutto quello che faremo comporterà sempre un rischio.

Tiller è arrivato su un mercato abbastanza: particolare, il mercato dei registratori di cassa per i commercianti. Abbiamo davvero voluto apportare qualcosa di innovativo.

Quando abbiamo iniziato in Francia, eravamo in tre soci, andavamo sul campo facendo il porta a porta. Abbiamo contattato centinaia di ristoranti e di negozi. Ogni giorno dovevamo davvero arrivare ed farci strada in questo mercato e, nei primi anni  della nostra attività, è ciò che ha davvero fatto la differenza.

All’epoca, la società era particolarmente focalizzata sull’acquisizione dei clienti, quindi c’erano tanti clienti che arrivavano allo stesso tempo. Uno dei grandi cambiamenti è stato l’arrivo di Valentin, il nostro direttore commerciale chi ha davvero gestito ed ha soprattutto separato il team commerciale dal team post-vendita. Conosciamo personalmente i nostri primi 100, 200, 300 clienti. Avevano anche il numero di Joseph, il numero de Vincent e di Dimitri (i tre fondatori).

Oggi, ci piacerebbe incontrarci di più, ci piacerebbe conoscere tutti i nostri clienti, purtroppo abbiamo meno tempo. Quindi, stiamo cercando di assumere persone che saranno in grado di avere questa disponibilità. Qua c’entra la comprensione dei bisogni del cliente, dal processo di acquisizione, essere in grado di, a livello del team di costumer success, mettere a punto tutti gli strumenti e tutte le funzionalità che ci sono nell’app per raggiungere questo bisogno.

C’è davvero un team che accompagnerà il cliente, ogni giorno. Quindi, il cliente avrà  bisogno di consigli su come scegliere un partner, sulla sua gestione e non solo sul supporto del prodotto. Questo è quello che volevamo evitare. Il ruolo di costumer success è veramente importante perché è il punto di collegamento col cliente.

Siamo passati da 10 a 150 persone in un anno. Non creiamo un prodotto, lo scopriamo.  Quindi l’abbiamo fatto poco a poco, provando e riprovando. Ci siamo resi conto che bisognava passare ad un altro stadio. E infatti non è più solo un’azienda commerciale, un’azienda per i clienti… È diventata un’azienda per un prodotto.

Guardiamo al cliente come se fosse un partner. E con il loro feedback saremo in grado di rilasciare la migliore versione possibile. Per questo motivo, abbiamo creato  un team denominato Get your basics right. Quindi è veramente qualcosa che ci permette di migliorare quello che esiste oggi in modo che sia impeccabile e che soddisfi tutte le esigenze.

Il primo mercato sviluppato all’estero è stato La Spagna. Abbiamo iniziato con tre commerciali, un office manager ed un country manager sul campo. Dovevamo essere sicuri che il prodotto fosse adattato al mercato ma anche di trovare le persone giuste  per farlo. Ed è un rischio che valeva la pena perché oggi costituisce più del 20% del nostro fatturato. Adesso, siamo in più di 40 con più di 1000 clienti sparsi per tutti i paesi.

Abbiamo aperto L’Italia, il Portogallo ed abbiamo veramente voglia di diventare,  tra qualche anno, l’indiscusso leader europeoAndiamo molto velocemente.

Qua, le idee abbondano. Siamo un’azienda che vuole fare molte cose. Il team è caratterizzato da questo valore di audacia, di ambizione di sviluppo. Qua vogliamo gente che rischia, vogliamo imprenditori e questo è ciò che rende Tiller un’azienda di successo.

Guarda tutto il video sulla nostra pagina di Facebook

Leave a Reply